Al centro commerciale con un mio amico per comprare attrezzi da palestra

Questa mattina sono andato in un centro commerciale con un mio amico che doveva comprarsi attrezzi per la palestra che si sta costruendo pian piano in casa.
Ha intenzione di crearsi una palestra fai da te nel garage sotto la sua casa perché trova i prezzi delle palestre vere con tutti i servizi e i corsi offerti molto eccessivi. Tra l’altro a lui non interessano i servizi aggiuntivi offerti con l’abbonamento alla palestra, quindi ha deciso di spendere i soldi in un’altra maniera, comprandosi tutti gli attrezzi necessari ed utili a questo scopo.
È sempre stato un tipo che in passato ha frequentato costantemente le palestre e quindi sa come muoversi, cosa gli serve e come utilizzare gli strumenti che comprerà per se stesso, per la sua scheda personale. Si ricorda abbastanza bene i muscoli che andava ad allenare e gli esercizi specifici che sapeva. Poi essendo un patito di culturismo ha letto molte riviste sia cartacee che online in cui si parlava di queste cose. Diciamo dunque che si è fatto una certa cultura in materia.

Da qualche anno aveva smesso di frequentare le palestre per motivi di lavoro e personali. Ora che si è ristabilizzato un po’ ed ha ritrovato tempo per se, ha deciso di riprendere la sua passione di sempre, riprendendola però per conto suo, senza scomodarsi per andare in palestra, ma scendendo direttamente sotto casa, nel garage, per usare quella sua palestra che ha cominciato ad installare.

Appena arrivati nel reparto degli strumenti da palestra del centro commerciale, sono stato trovolto da arnesi che conosco anche io perché in passato li ho usati ed arnesi totalmente sconosciuti, strani, che non ricordo mai di aver visto.
C’erano panche, manubri, cyclette da casa e tante altre cose, dalle più grandi alle più piccole. Ma c’erano anche accessori molto utili come i guanti da palestra.
Il mio amico ha cominciato a provare i pesi, i vari attrezzi.
Ha comprato di sicuro una panca. Tanto siamo venuti col suo furgone e quindi per caricarci sopra gli attrezzi e portarli nel suo garage per montarli successivamente, non ci sarebbero stati problemi di sorta; non ci sarebbero stati problemi di spazio.

Insomma, alla fine il mio amico ha fatto uno spesone. Ma la sua palestra cominciava ad assumere una forma decente.
I nuovi attrezzi li avrebbe aggiunti a quelli che già aveva. Ne avrebbe in seguito comprati altri per creare la miglior palestra personale possibile ed efficace per i suoi gusti e le sue intenzioni.